Domenica 12 maggio in piazza San Pietro a Roma durante la preghiera dell’Angelus un gruppo di manifestanti neofascisti appartenenti a Forza Nuova sono entrati con uno striscione con espressioni ingiuriose verso Papa Francesco arrecando grave turbamento al tempo della preghiera. Preghiamo in solidarietà con Il nostro papa e i fedeli disturbati nella preghiera, mentre ricordiamo anche i fratelli cristiani vittime della violenza religiosa morti in Burkina Faso. Preghiamo anche perché il Signore converta il cuore e la mente dei violenti esprimendo l’auspicio per il nostro paese che l’espressione delle proprie idee avvenga sempre secondo le regole della democrazia e nel rispetto delle persone e dei luoghi dove esse vivono e pregano.

Al cuore della chiesa che accoglie l’attività concertistica, intorno all’ellisse disponibile, principale segno dell’assemblea, si partecipa a quanto gli autori, l’interprete e lo strumento propongono, lasciando che nasca e arrivi a tanti e per i secoli, novità di vita e bellezza. Lo Spirito santo agisce in una comunità che ascolta!

Organo e Parola


La complementarietà fra le prime musiche della storia di Israele e i Salmi, ha suggerito, nella costruzione dello strumento, di erigere nel grande ambone un corpo dell’organo, corrispondente alla prima tastiera dell’unica consolle.
Da qui il titolo del cartellone: “Eco della Parola nella città perché canti la chiesa”. Al lato destro dell’altare, il Grand’organo e l’Organo espressivo, con la facciata materica dipinta all’inglese, corrispondente al 2° e 3° manuale; sulla cantoria l’antifonale che corrisponde alla 4^ tastiera.