Domenica 12 maggio in piazza San Pietro a Roma durante la preghiera dell’Angelus un gruppo di manifestanti neofascisti appartenenti a Forza Nuova sono entrati con uno striscione con espressioni ingiuriose verso Papa Francesco arrecando grave turbamento al tempo della preghiera. Preghiamo in solidarietà con Il nostro papa e i fedeli disturbati nella preghiera, mentre ricordiamo anche i fratelli cristiani vittime della violenza religiosa morti in Burkina Faso. Preghiamo anche perché il Signore converta il cuore e la mente dei violenti esprimendo l’auspicio per il nostro paese che l’espressione delle proprie idee avvenga sempre secondo le regole della democrazia e nel rispetto delle persone e dei luoghi dove esse vivono e pregano.

L’organo a canne in tre corpi distinti e l’elegante consolle a quattro tastiere sono stati appositamente progettati e costruiti di nuovo dalla ditta cremonese Casa Pedrini Cremona Organi che, con questo strumento, ha raggiunto il primo centenario di attività. Essa fu avviata da Giuliano Paolo Pedrini di Binanuova (CR) e prosegue nella stessa sede con la direzione di Marco e Carlo Fracassi. Al restauro filologicamente rigoroso dei materiali è seguita la costruzione ex novo degli organi e della consolle, con fedeltà scrupolosa e apertura alla contemporaneità.

L'organo e la Vergine in Trono


L’organo di Gesù Redentore appare un progetto ambizioso sotto il profilo musicale, un progetto doveroso sotto il profilo liturgico, un progetto rigoroso sotto il profilo organario, facendone uno tra i più significativi progetti organari italiani di inizio 2000. La comunità modenese è ricca di un altro prezioso strumento della fede e della cultura, unico nel suo genere per la coniugazione di teologia, liturgia e cultura musicale. Se ne prevede l’uso a supporto delle celebrazioni, vespri d’organo, dialoghi spirituali, l’attività concertistica. L’estensione dei programmi è tale da costituire un riferimento costante per i cittadini.
Il nostro tempo ha bisogno di momenti di ristoro dove la cultura e l’arte, rese vicine da validi interpreti, offrano quel riposo che i discepoli ricevevano dal Maestro.