Domenica 12 maggio in piazza San Pietro a Roma durante la preghiera dell’Angelus un gruppo di manifestanti neofascisti appartenenti a Forza Nuova sono entrati con uno striscione con espressioni ingiuriose verso Papa Francesco arrecando grave turbamento al tempo della preghiera. Preghiamo in solidarietà con Il nostro papa e i fedeli disturbati nella preghiera, mentre ricordiamo anche i fratelli cristiani vittime della violenza religiosa morti in Burkina Faso. Preghiamo anche perché il Signore converta il cuore e la mente dei violenti esprimendo l’auspicio per il nostro paese che l’espressione delle proprie idee avvenga sempre secondo le regole della democrazia e nel rispetto delle persone e dei luoghi dove esse vivono e pregano.

 

 

DOMENICA 19 MAGGIO 2019

 

AL  DI    DEI  LORO  MEZZI.

 

 

Vos estis lux mundi: la Chiesa fa un passo enorme

 

 

È significativo che titolo e contesto interpretativo del Motu Proprio vengano dallinvito di Gesù ai suoi discepoli a esser luce del mondo (Mt 5,14). È una citazione impegnativa, che induce a un severo esame di coscienza, ma indica pure una prospettiva che ispira tutto il testo: si tratta, sembra dire Francesco, daver il coraggio non solo di annunciare il Vangelo con le nostre buone opere, ma di far luce sulle nostre opere non buone di fronte al mondo, per non compierle più, specie se si tratta dun peccato orribile, causa di enorme sofferenza per tante persone. Con questo testo la Chiesa fa un passo enorme, il più importante degli ultimi anni (Zollner), in quel processo di verità (pur sofferto e contrastato) al suo interno che va ben oltre il problema degli abusi verso una riforma della Chiesa.

 

Quando un sistema funziona bene.

 

La Chiesa, infatti, è anche un sistema, fatto di obiettivi da raggiungere, di norme e relazioni, stili di vita e sensibilità generale; e un sistema funziona bene non quando tutto in esso è perfetto, ma quando è in grado di riconoscere il male che lo abita, senza esser costretto dallesterno (dalla stampa) ad ammetterlo, anzi chiedendo a tutti i propri membri dintervenire per denunciarlo.

 

Ma non basta la denuncia, il sistema funziona se cerca di capire le radici di quel male, le responsabilità a vari livelli, ma che in ogni caso coinvolgono tutti (la trasgressione di pochi è di solito conseguenza della mediocrità di molti).
Ancora, in un sistema che agisce correttamente le vittime di quello stesso male vengono ascoltate con profondo rispetto e com-passione, e chi ascolta si lascia ferire e metter in crisi dal loro dolore, comprendendo cos
ì, grazie anche al loro magistero, la gravità del male fatto e del danno prodotto (fisico, psicologico, spirituale). Per questo in tale sistema si prova anche vergogna e umiliazione, senza fare gli offesi e i risentiti, e soprattutto si chiede perdono, in privato e in pubblico, e ci si fa tutti carico del male e del danno, per lenirlo e curarlo.

 

Funzione della norma.E infine, un buon sistema si dà delle norme perché quel male non si ripeta e altri non debbano soffrire, e il bene che è obiettivo di quel sistema sia coerentemente da tutti cercato. Ecco, nel Motu Proprio,

 

lobbligo della denuncia per i chierici e linvito ai laici di segnalare labuso; lobbligo ancora per ogni diocesi di fornirsi duno sportello per ricevere segnalazioni;

 

la specificazione che van denunciati non solo abusi di chierici, ma pure possesso di materiale pedopornografico e copertura degli stessi abusi e omissioni varie da parte dellautorità, così come molestie conseguenti allabuso di potere, e violenze su consacrate o su seminaristi da parte di chierici; altre norme sono le indicazioni per la protezione dei denuncianti e tanto più delle vittime da ogni ritorsione; la tutela delle persone vulnerabili, che sono coloro che anche solo in casi occasionali sono incapaci dintendere e volere; il nuovo ruolo del metropolita nellinvestigazione qualora la persona denunciata sia un vescovo; il coinvolgimento di professionisti laici; linvito ad abbandonare ogni forma di finzione farisaica (di chi è rigoroso con gli altri e per niente con se stesso) e di presunzione clericale (di chi si crede al di sopra delle regole); la promozione duna nuova cultura che invita tutti alla responsabilità e alla condivisione, e crea tra i credenti un clima di apertura, coerenza e trasparenza, al di là dei ruoli.
La norma
è segno serio e concreto che si vuol perseguire un certo progetto, e mezzo efficace e vincolante per realizzarlo. Se non siamo stati luce dinanzi al mondo, queste norme potranno aiutarci a ritrovarne la fonte in Cristo, lux mundi. Perché tutti ne siano illuminati.              Amedeo Cencini

 

 

 

MAGGIO 2019

 

PREGHIAMO CON IL SANTO ROSARIO

 

Durante tutto il mese di maggio siamo invitati a pregare insieme a Maria con il Rosario; ci possiamo incontrare a gruppi in questi luoghi del quartiere e della parrocchia:

 

1 via Newton (Parco)      ore 21

2 Via Galeno 56             ore 20,30

3 Via Ascani 60           ore 20,30

4 Via Corridore 50              ore 21

5 Parco Londrina               ore 20,45

6 Via prati 54                        ore 20,30

7 Via Corsini -via Agnesi        ore 21

8 Via Peano 12           ore 20,30

9 Via Lagrange           ore 20,45

10 Via Einstein 45      ore 21

11 Via Curie-Via Pasteur        ore 21

12 via Cartesio via Rondelli ore 21

 

Nella Cappella della chiesa parrocchiale: ore 18 dal lunedì al venerdì e la domenica. Ore 17 il sabato.

 

 

CONCLUSIONE MESE DI MAGGIO

 

Venerdì 31 – Visitazione della B. V. Maria

 

Partenza dai luoghi del rosario nei rioni – rosario itinerante fino alla chiesa 21.15 Eucaristia

 

 

OTTO PER MILLE – CINQUE PER MILLE

 

Si ricorda che in queste settimane è possibile e consigliato firmare per destinare l’otto per mille dell’IRPEF alla chiesa cattolica; e anche per  il 5 per mille all’associazione Maria Immacolata della nostra parrocchia.

 

Per informazioni rivolgersi in segreteria.

 

 

PREGHIERA UNIVERSALE

 

dei fedeli riuniti nella messa e nelle case

 

 

Padre, nell’ora suprema della Croce Gesù ha rivelato la tua gloria e cioè il tuo grande amore per noi: la tua chiesa sia segno e strumento di questo amore che è per tutti. Preghiamo

 

 

Padre, Tu hai promesso una creazione nuova senza morte, lutto e lamento: compì la tua promessa per i cristiani perseguitati e uccisi negli attentati in Burkina Faso e nei diversi angoli della terra. Preghiamo

 

 

Padre, tuo Figlio ha amato fino alla fine anche chi lo tradiva: dona la conversione del cuore a quanti progettano violenza e morte e a tutti la capacità di perdonare. Preghiamo

 

 

Padre, ti affidiamo i Paesi dell’unione europea: di fronte ai drammi della povertà, della disoccupazione, della migrazione sappiano trovare vie di intesa e collaborazione, per offrire a tutti una vita dignitosa. Preghiamo

 

 

Padre, Tu ti prendi cura di ogni vita: sostieni le persone che vivono giorni di malattia, di angoscia, di solitudine; dona loro forza e fiducia. Preghiamo

 

“Amatevi gli uni gli altri, come io ho amato voi”,

 

dice il Signore. Alleluia. (Gv 13,34)

 

 

GR Comunità che prega - Orari settimanali

 

SABATO lodi 8.30 – vespri 17.30 – Eucaristia 18.00

 

DOMENICA eucaristia 9.30 – 11.00 - 19.00

 

lodi 9.00 - vespri 18.30 - confessioni in chiesa dalle 10.30

 

LUNEDI lodi 7.30 – vespri ed Eucaristia 18.30

 

MARTEDI lodi 7.30 – Eucaristia 9.00 – vespri 18.30 e lectio divina

 

MERCOLEDI lodi 7.30 – Eucaristia 9.00– vespri 18.30

 

GIOVEDI lodi 7.30 – adorazione 9.00 e 18 - vespri ed Eucaristia18.30

 

VENERDÌ lodi 7.30 - vespri ed Eucaristia 18.30 (alla CdC di Cognento)

 

SACRAMENTO DELLA RICONCILIAZIONE

 

Sabato 10.00 - 12.00 (don Fabio).

 

Domenica 10.30 - 12.00 (don Fabrizio padre Lorenzo)

 

ATTIVITA - MOMENTI PASTORALI

 

19 - 26 maggio 2019

 

 

Oggi domenica 19, LE PIETRE VIVE: possiamo contribuire al mantenimento delle strutture e delle opere della nostra parrocchia.

 

Martedì 21 - ore 21 Coordinamento Catechisti Iniziazione cristiana

 

Mercoledì 22 – ore 19 Messa vicariale con i giovani a Cognento

 

ore 21 Commissione sagra

 

Giovedì 23 - 18.30 eucaristia - ore 21 concerto del coro EURIDICE di Bologna ed ensemble di strumenti antichi CIRCE.

 

Sabato 25 – ore 16 Consiglio delle famiglie e dei volontari della CdC.

 

Domenica 26 Incontro di catechesi con gli adulti con padre Lorenzo e Paola alle ore 10.30 nella foresteria della Casa della Carità.

 

Festa di chiusura delle attività catechistiche

 

I ragazzi e i fanciulli dai 7 ai 13 anni sono invitati alla celebrazione delle 11 con le loro famiglie, catechisti ed educatori. Seguirà il pranzo comunitario in salone e giochi e animazione nel pomeriggio.

 

 

FORMAZIONE LITURGICA

 

Gli animatori della liturgia (cantori, ministri dell’accoglienza, lettori, incaricati per la cura e la pulizia della chiesa) sono invitati ad un momento di preghiera, di riflessione e di dialogo che si terrà il giovedì 30 maggio dalle 21 alle 22.15 nel secondo settore del salone.

 

L'incontro sarà l’occasione per esprimere e condividere quanto vissuto quest'anno in ambito liturgico e per gettare lo sguardo sul cammino futuro.

 

 

CENTRO ESTIVO / GREST 2019: “La Fabbrica di Cioccolato”

 

Lunedì 10 giugno inizierà il Centro estivo di Gesù Redentore.

 

Le iscrizioni sono già attive: tutti i giovedì e venerdì dalle 18 alle 19,30 presso le Opere parrocchiali di GR.

 

GR Contatti

 

Uffici parrocchiali (da lunedì a sabato dalle 16.30 alle 19.00)

 

059 2928147 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Casa della carità 059 2929228 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Oratorio 059 2928147 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Sportello di ascolto 059 2929228 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Riparazioni e cucito-ricamo 059 2928147 www.gesuredentore.it